• Mondo
  • giovedì 30 Aprile 2020

La Germania ha vietato tutte le attività del gruppo radicale Hezbollah nel paese

Il governo tedesco ha vietato tutte le attività in Germania del gruppo radicale libanese sciita Hezbollah, classificandolo come un’organizzazione terroristica. A comunicarlo è stato su Twitter Steve Alter, portavoce del ministro degli Interni tedesco, Horst Seehofer. Hezbollah ha sia un’ala militare sia una politica: da tempo Stati Uniti e Israele facevano pressioni sulla Germania affinché bandisse apertamente il gruppo, ma fino ad oggi era stata dichiarata fuorilegge solo l’ala militare.

Lo scorso dicembre il parlamento tedesco aveva approvato una mozione che esortava il governo a vietare tutte le attività di Hezbollah nel paese, citando le sue “attività terroristiche”, in particolare in Siria, dove le milizie di Hezbollah hanno combattuto a fianco dell’esercito del presidente Bashar al Assad.

Alter ha anche riferito che dalle prime ore del mattino in diversi stati tedeschi sono in corso operazioni di polizia contro Hezbollah, concentrate su associazioni collegate alle moschee di Berlino, Dortmund, Brema e Münster. Le autorità tedesche stimano che siano circa 1.050 i membri attivi del gruppo libanese in Germania.

Membri dei corpi speciali tedeschi davanti all'associazione Al-Irschad a Berlino, Germania, il 30 aprile 2020, nel corso delle operazioni contro l'organizzazione Hezbollah (ANSA-EPA/CLEMENS BILAN)