(Monika Skolimowska/dpa)

Dove fare la spesa online

I negozi che la consentono e le agevolazioni per chi ha più di 65 anni, in ordine

(Monika Skolimowska/dpa)

Nonostante le limitazioni in vigore in tutta Italia per fermare la diffusione del coronavirus (SARS-CoV-2), il governo ha chiarito esplicitamente che si può uscire di casa per fare la spesa e comprare altri beni essenziali. Non tutti possono uscire di casa, però, e per le fasce più deboli il consiglio è quello di rimanerci. Diverse catene di supermercati si stanno attrezzando per potenziare la consegna a domicilio e gli acquisti online. Alcune offrono anche una serie di sconti ai clienti più anziani, quindi maggiormente a rischio.

Carrefour
Da qualche giorno la spedizione è gratuita per i clienti sopra i 65 anni che fanno la spesa nello store online. Carrefour ha anche fatto sapere che in quattro Carrefour Express della città di Milano le persone sopra i 60 anni potranno ordinare la spesa via telefono dalle 10.30 alle 18.30. I numeri da chiamare sono 338 7254499 per il negozio di via Edolo 26, 366 7547254 per il negozio di via Grossich 3, 388 7254499 per il negozio di via Gianella 21, 366 6996247 per il negozio di via Sismondi. L’azienda avverte però che «a causa dell’elevata richiesta, potrebbero verificarsi ritardi nella consegna e indisponibilità dei prodotti in modo particolare in Lombardia e Piemonte».

Esselunga
Anche Esselunga ha reso gratuita la spedizione per i propri clienti sopra i 65 anni che ordinano online, oltre al servizio di consegna a domicilio della spesa che si sceglie in negozio (prima di iniziare la spesa va informato il Punto Fidaty del negozio in questione). A Milano si segnalano comunque diversi giorni di attesa per ricevere la spesa, a causa dell’altissima domanda.

– leggi anche: Sì, si può uscire a fare la spesa

Ora Consumismi ha una sua newsletter, gratis

Le cose da sapere sul coronavirus

Amazon Prime Now
Qualche giorno fa, all’inizio della crisi, aveva sospeso le consegne in Italia per i troppi ordini ricevuti in un giorno. Ora se la sta cavando molto meglio: a Milano i tempi per ricevere una spesa sono di un paio di giorni. Non sono previste particolari agevolazioni: l’ordine minimo è di 15 euro e la spedizione è gratuita soltanto sopra i 50 euro.

Coop
Per ora non sono previste particolari agevolazioni. Il servizio di spesa online è disponibile a Roma, in Emilia-Romagna e in Veneto sul sito EasyCoop, mentre chi abita in Lombardia, Piemonte e Liguria può scegliere la spesa online e ritirarla in negozio oppure in alcuni depositi tramite il sito Laspesachenonpesa.

– leggi anche: Quanto resiste il coronavirus sulle superfici?

Gigante
Nelle aree coperte dal servizio di consegna a domicilio – alcune province di Lombardia, Veneto, Piemonte e Campania – la consegna sarà gratuita per le spese online superiori ai 30 euro.

Supermercato24
È una società che si occupa di consegnare a casa i prodotti scelti dai supermercati con cui ha un accordo: è attiva in 35 province e a partire da ieri offre la consegna gratuita ai clienti che hanno più di 65 anni e fanno una spesa superiore ai 40 euro nelle catene convenzionate (Coop Lombardia, Bennet, Conad, Carrefour, Tuodì, Fresco Market, MD, Pewex, Iper). Per utilizzare lo sconto va inserito il codice UNAIUTOX65 al momento di pagare la spesa.

Eataly
Consegna a Milano, Roma e Torino, oltre che alcuni specifici prodotti in altre regioni italiane. A marzo la consegna a domicilio sarà gratuita sopra i 39 euro, anche se al momento i tempi di consegna sembrano piuttosto dilatati.

E gli altri?
In alcune città l’amministrazione e i supermercati hanno cercato di mettere in piedi un sistema di consegne a domicilio informale: a Erba, in provincia di Como, la catena Bennet consegna la spesa a domicilio grazie a una rete di associazioni locali. Ci sono state simili iniziative anche in altre zone d’Italia. I discount e le catene più piccole non hanno una rete di consegne a domicilio e difficilmente la metteranno in piedi nei prossimi giorni, a causa delle severe restrizioni in vigore in Italia.