Il Papa ha esortato i preti a portare l’ostia a chi è bloccato in casa, anche ai malati

«Preghiamo il Signore anche per i nostri sacerdoti, perché abbiano il coraggio di uscire e andare dagli ammalati»

Papa Francesco ha tenuto questa mattina dalla cappella di Casa Santa Marta, in Vaticano, la sua seconda messa trasmessa in diretta streaming. Come ieri ha “dedicato” la celebrazione a chi soffre a causa del coronavirus, ha ricordato chi cura gli ammalati e ha anche aggiunto un’esortazione ai preti perché escano a portare l’ostia a chi è bloccato in casa.

All’inizio della messa, il Papa ha detto:

«Continuiamo a pregare insieme per gli ammalati, gli operatori sanitari, per la tanta gente che soffre questa epidemia. Preghiamo il Signore anche per i nostri sacerdoti, perché abbiano il coraggio di uscire e andare dagli ammalati, portando la forza della parola di Dio e l’eucarestia e accompagnare gli operatori sanitari, i volontari, in questo lavoro che stanno facendo».

Le cose da sapere sul coronavirus