• Mondo
  • lunedì 9 Marzo 2020

A Wall Street le contrattazioni sono state sospese per alcuni minuti a causa dei ribassi eccessivi

Lunedì la Borsa di New York, a Wall Street, ha dovuto sospendere le contrattazioni per 15 minuti a causa dei ribassi eccessivi. All’apertura della Borsa (alle 9.30 locali, le 14.30 in Italia) l’indice S&P 500 ha toccato un calo del 7 per cento. Dopo la riapertura degli scambi l’indice Dow Jones si è assestato sul -7,53 per cento, il Nasdaq sul -7,17 per cento e l’S&P 500 sul -7,22 per cento. L’avvio negativo di Wall Street, come anche quello della Borsa italiana e delle principali borse europee, si deve soprattutto alla decisione dell’Arabia Saudita di aumentare la produzione di petrolio per danneggiare Russia e Stati Uniti, oltre che all’impatto che la diffusione del coronavirus sta avendo sulle economie dei principali paesi del mondo. In mattinata la Borsa italiana aveva avuto il peggior avvio dal 24 giugno 2016, giorno successivo al referendum su Brexit.

(Drew Angerer/Getty Images)