• Mondo
  • mercoledì 4 Marzo 2020

Bodo Ramelow è stato rieletto governatore della Turingia

Bodo Ramelow è stato eletto governatore della Turingia, stato della Germania orientale. Ramelow, membro del partito di sinistra radicale Die Linke, era stato già governatore della Turingia dal 2014 al 2020. È stato eletto nuovamente dal parlamento con 42 voti, al terzo turno di votazione, ricevendo il sostegno della Linke, dell’SPD e dei Verdi. Bjoern Hoecke, candidato del partito di estrema destra AFD, ha ottenuto invece 22 voti.

Dopo le ultime elezioni di ottobre, Ramelow si era trovato nella necessità di formare un governo di minoranza, a causa del calo nei voti dei suoi due alleati – i socialdemocratici e i Verdi. Aveva quindi chiesto ai partiti del centrodestra e ai centristi della CDU di astenersi al voto in parlamento per scegliere il governatore, in modo che il suo governo ottenesse comunque la fiducia.

Il 5 febbraio, durante il voto segreto sulla fiducia, Ramelow era stato però sfiduciato per un voto e al suo posto, grazie ai voti di FDP, CDU e del partito di estrema destra AFD, era stato eletto il liberale Thomas Kemmerich. I liberali della Turingia avevano sostenuto che non ci fosse alcun accordo con l’AFD, ma poco dopo erano emerse lettere che dimostravano come l’FDP fosse in trattative per ottenere l’appoggio dell’AFD almeno dallo scorso novembre. In seguito alle molte polemiche per l’appoggio ricevuto dall’AFD Kemmerich aveva rassegnato le sue dimissioni: in Germania, tutti i principali partiti, avevano sempre sostenuto la necessità di non allearsi con i partiti di estrema destra, per non dare loro legittimazione istituzionale.

Bodo Ramelow (Martin Schutt/dpa via AP)