• Mondo
  • lunedì 3 Febbraio 2020

Almeno 20 persone sono morte in un attacco in Burkina Faso, il terzo in due settimane

Almeno 20 persone sono state uccise in un attacco compiuto sabato scorso nella città di Lamdamol, in Burkina Faso. Secondo quanto hanno riferito le autorità locali, un gruppo di persone armate sarebbe arrivato in città a bordo di motociclette e avrebbe iniziato a sparare contro i civili. Al momento l’attacco non è stato rivendicato.

Quello di sabato è stato il terzo attacco nel giro di due settimane nel paese, dopo quello compiuto il 20 gennaio nella provincia di Sanmatenga in cui erano morte 36 persone, e quello del 25 gennaio in un mercato della città di Silgadji in cui erano morte 39 persone.

Il sospetto è che dietro questi attacchi ci siano gruppi jihadisti, molto attivi nel nord del paese e nel limitrofo Mali. Proprio sabato il governo francese aveva annunciato che avrebbe inviato altri 600 militari nel Sahel per partecipare all’operazione “Barkhane”, avviata nel 2014 per contrastare il terrorismo nella zona: in tutto il numero dei soldati francesi salirà così a 5.100.