Jole Santelli, durante l'ultimo comizio elettorale del centrodestra prima delle regionali in Calabria, il 24 gennaio 2020 (ANSA/MARCO COSTANTINO)

Il centrodestra ha vinto le regionali in Calabria

Secondo le prime proiezioni il vantaggio di Jole Santelli è di più di 20 punti percentuali, abbastanza per dare per certa la sua vittoria

Jole Santelli, durante l'ultimo comizio elettorale del centrodestra prima delle regionali in Calabria, il 24 gennaio 2020 (ANSA/MARCO COSTANTINO)

In Calabria il centrodestra ha vinto le elezioni regionali. La candidata di Forza Italia Jole Santelli sarà la nuova presidente della regione, la prima donna a ricoprire l’incarico. Non ci sono ancora i risultati definitivi – bisognerà aspettare ancora qualche ora – ma il vantaggio delle proiezioni è tale da non lasciare dubbi: secondo quelle di SWG, Santelli ha ottenuto il 53,7 per cento dei voti, contro il 30 per cento del suo principale avversario, l’imprenditore Pippo Callipo, candidato del centrosinistra. La vittoria di Santelli era stata prevista, con un grande vantaggio, dagli ultimi sondaggi prima della pausa elettorale.

Santelli ha 51 anni ed è nata a Cosenza. Avvocata, è membro di Forza Italia dal 1994. È deputata da cinque legislature: venne eletta per la prima volta nel 2001. Fu sottosegretaria al ministero della Giustizia nel secondo e nel terzo governo di Silvio Berlusconi (dal 2001 al 2006) e sottosegretaria al ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nel governo di Enrico Letta (da maggio a dicembre 2013).

La partecipazione alle elezioni è stata bassa e più o meno la stessa rispetto alle regionali del 2014: ha votato il 44 per cento degli aventi diritto.

Nonostante il risultato delle coalizioni il primo partito in consiglio regionale, sempre secondo le proiezioni, sarà il Partito Democratico, che ha ottenuto il 14 per cento dei voti. Forza Italia è il secondo partito, con l’11 per cento.