(Chris Pizzello/Invision/AP)

Disney toglierà “Fox” da 20th Century Fox

Per evitare confusione e slegare l'azienda da Rupert Murdoch e il suo famigerato canale di notizie

(Chris Pizzello/Invision/AP)

Disney toglierà la parola “Fox” dal nome di due rami della 21st Century Fox, la multinazionale dello spettacolo che aveva acquisito lo scorso marzo per l’equivalente di più di 62 miliardi di euro: 20th Century Fox diventerà così “20th Century” e Fox Searchlight Pictures, specializzato in film indipendenti, si chiamerà “Searchlight Pictures”. Non è stata presa alcuna decisione invece per gli studi televisivi, che resteranno 20th Century Fox Television e Fox 21 Television Studios. La notizia è stata data dal sito Variety, ben informato sull’industria cinematografica americana, e poi confermata da Disney al New York Times.

Variety ha scritto che Disney ha già iniziato il processo: gli indirizzi email di chi lavora a Searchlight sono stati modificati passando da fox.com a searchlightpictures.com. Sono stati cambiati anche i credits e il logo del film Downhill che uscirà il 14 febbraio con Julia Louis-Dreyfus e Will Ferrell e che sarà il primo della Searchlight Pictures, e quelli di Call of the Wild, un film per famiglie con Harrison Ford che uscirà il 21 febbraio e che sarà il primo della 20th Century. I due nuovi loghi non avranno la parola Fox e per il resto saranno solo leggermente modificati.

Sempre Variety scrive che secondo gli esperti la modifica era piuttosto inevitabile.
Disney infatti non aveva comprato i canali di notizie e sport di Fox, cioè Fox News e Fox Sports, che fanno invece parte di una nuova società, Fox Corporation, guidata dall’amministratore delegato Lachlan Murdoch, figlio maggiore di Rupert Murdoch, il fondatore di 21st Century Fox. Mantenere la parola “Fox” in un’azienda di Disney avrebbe contribuito a creare confusione e idealmente avrebbe anche legato Disney alla famiglia Murdoch e al controverso canale Fox News, vicino alla destra ultra-conservatrice: come ha detto a Variety una persona interna a Disney, «penso che il nome Fox faccia subito pensare a Murdoch, e che sia tossico».