• Italia
  • lunedì 16 Dicembre 2019

È stato chiesto il rinvio a giudizio per 28 persone accusate di apologia di fascismo per aver fatto il saluto romano durante un corteo

La procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio per 28 persone, molte delle quali appartenenti a partiti e associazioni di estrema destra, accusate di apologia di fascismo per aver fatto il saluto romano il 29 aprile durante un corteo in ricordo di Sergio Ramelli, un membro del Fronte della Gioventù, l’organizzazione giovanile dell’MSI, che fu ucciso nel 1975.

Al corteo, che si era svolto nonostante fosse stato vietato dal prefetto di Milano per motivi di sicurezza, c’erano stati scontri tra polizia e manifestanti. Al termine del corteo, che alla fine si era comunque tenuto in seguito a una trattativa con la questura, diversi manifestanti avevano fatto il saluto romano invocando il «camerata Sergio Ramelli» in una cerimonia tipicamente fascista.

ANSA/NICOLA MARFISI