• Mondo
  • giovedì 5 Dicembre 2019

Due giocatori nigeriani di tennistavolo, arrivati in Croazia per un torneo, sono stati espulsi e mandati per sbaglio in un campo profughi della Bosnia

Due diciottenni nigeriani arrivati in Croazia per un torneo studentesco internazionale di tennistavolo sono stati fermati dalla polizia croata il 17 novembre, espulsi dal paese e mandati in un campo profughi in Bosnia. I due, Abia Uchenna Alexandro ed Eboh Kenneth Chinedu, hanno raccontato di essere stati fermati la sera prima di ripartire per la Nigeria mentre stavano passeggiando per Zagabria: hanno detto di avere cercato di dire ai poliziotti di avere i documenti in hotel, ma non sono stati ascoltati e sono stati espulsi in Bosnia, nel campo di Velika Kladuša, insieme a un gruppo di migranti che erano stati fermati mentre cercavano di superare illegalmente il confine tra i due paesi.

Il Guardian ha scritto che i due studenti nigeriani sono stati ascoltati solo alla fine di novembre, quando i volontari del campo per migranti hanno contattato i rappresentanti del torneo di tennistavolo. Uchenna e Chinedu sono stati poi riportati in Croazia.

Immagine dei due studenti nigeriani tratta da un video pubblicato da Magazin Zurnal Online