(EPA/VIGILI DEL FUOCO)
  • Italia
  • lunedì 25 novembre 2019

Le foto del viadotto crollato sull’A6

Una frana ha fatto precipitare il pezzo di carreggiata in direzione di Torino, nei prossimi giorni si capirà quali sono le condizioni dell'altra

(EPA/VIGILI DEL FUOCO)

Ieri pomeriggio un viadotto dell’autostrada A6 Torino-Savona è crollato a causa di una frana a circa un chilometro di distanza dal casello di Savona. Non ci sono feriti né dispersi: le auto che stavano passando in quel momento sono riuscite a fermarsi prima di precipitare, e gli automobilisti hanno avvertito in tempo le altre auto che stavano arrivando (fra cui un pullman).

A crollare è stata una porzione di qualche decina di metri della carreggiata che porta in direzione di Torino: per precauzione, anche l’altro braccio della carreggiata è stato chiuso al traffico. Il gruppo SIAS, che gestisce l’A6, suggerisce a chi viaggia fra Liguria e Piemonte di utilizzare altre autostrade come la A10 (Genova – Ventimiglia), la A26 (Genova Voltri – Gravellona Toce) e la A21 (Torino Piacenza). Il Corriere della Sera ha scritto che nella zona «l’autostrada è vitale perché le provinciali nei dintorni sono quasi tutte chiuse o a corsie ridotte per frane e smottamenti», a causa del maltempo che interessa da giorni la Liguria.

Il crollo sembra essere stato causato da una frana che si era staccata dal monte lungo il cui pendio è costruita l’autostrada. La frana è scesa per diverse decine di metri e ha travolto i piloni del viadotto su cui si trova la carreggiata che porta in direzione di Torino, fermandosi lungo i piloni del viadotto che va in direzione opposta. Il tratto di strada è caduto interamente a terra, senza spezzarsi. Il Corriere della Sera riporta che nel 2017 Autostrada dei Fiori, la società che gestisce la Savona-Torino, aveva fatto sapere che sui viadotti erano stati installati dei sensori di movimento, ma che «non sono mai stati segnalati pericoli».

Oggi sul posto del crollo ci sarà l’ispezione di Nicola Casagli, geologo dell’Università di Firenze e noto esperto di frane, mentre a Savona dovrebbe arrivare anche la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli. Già da alcune ore i tecnici di Autostrada dei Fiori sono al lavoro per capire le condizioni del viadotto che contiene la carreggiata in direzione di Savona.

In Piemonte e Liguria negli ultimi giorni ci sono stati grossi problemi legati al maltempo. In diverse aree del Piemonte e in tutta la Liguria occidentale per tutta la giornata di domenica era stata dichiarata l’allerta rossa per i rischi collegati alle intense piogge. Tra sabato e domenica in entrambe le regioni ci sono stati allagamenti e esondazioni di fiumi e torrenti, con decine di persone che hanno dovuto lasciare le loro case. Savona è stata una delle zone della Liguria con più problemi.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.