• Mondo
  • domenica 10 Novembre 2019

Sono stati revocati gli arresti domiciliari al leader dell’opposizione cambogiana Kem Sokha

Sono stati revocati gli arresti domiciliari al leader dell’opposizione cambogiana Kem Sokha, arrestato circa due anni fa e poi condannato per tradimento. Nonostante la revoca, Reuters scrive però che le accuse nei confronti di Sokha non sono state ritirate e che quindi non può partecipare alla vita politica o lasciare il paese. Sokha ha 66 anni e dopo il suo arresto nel 2017 al suo partito – il Partito della Salvezza Nazionale della Cambogia – era stato vietato di partecipare alle elezioni. Sokha è accusato di aver complottato con alcuni paesi stranieri per ottenere la destituzione del primo ministro Hun Sen, al potere dal 1985.

(AP Photo/Heng Sinith)