• Mondo
  • sabato 9 novembre 2019

Almeno tre persone sono morte per gli incendi nel Nuovo Galles del Sud, in Australia

Almeno tre persone sono morte e molte altre risultano disperse per le conseguenze dei grandi incendi che da alcuni giorni vanno avanti in Australia, in particolare nel Nuovo Galles del Sud, lo stato di Sidney. Più di 150 abitazioni sono state distrutte dalle fiamme e alcune migliaia di persone sono state evacuate. Gladys Berejiklian, la premier del Nuovo Galles del Sud, ha detto che con ogni probabilità il numero di morti aumenterà.

Già venerdì le autorità australiane avevano parlato degli incendi in corso come di una un’emergenza «senza precedenti», e ne avevano individuati 15 altamente pericolosi. Molti degli incendi si sono sviluppati in zone che stanno attraversando un periodo di siccità e sono stati favoriti da forti venti e da temperature fino a 35°C. Allo spegnimento degli incendi stanno lavorando più di mille vigili del fuoco e si stanno utilizzando circa 70 aerei.

Oltre che nel Nuovo Galles del Sud, ci sono incendi, seppur per ora meno numerosi e pericolosi, in altri stati australiani: in particolare nel Queensland e nell’Australia Occidentale.

(Darren Pateman/AAP Image via AP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.