• Mondo
  • giovedì 7 Novembre 2019

In Nuova Zelanda è stata approvata una legge per azzerare le emissioni nette di anidride carbonica entro il 2050

Giovedì il Parlamento della Nuova Zelanda ha approvato una legge con cui il paese si impegna ad azzerare le emissioni nette di anidride carbonica (CO2) entro il 2050, con 119 voti a favore su 120. La legge, sostenuta da tutte le parti politiche nonostante il disaccordo su alcuni aspetti, prevede che tutti i futuri governi neozelandesi debbano avere un piano per rispettare l’obiettivo. Il ministro del Cambiamento climatico James Shaw ha commentato l’approvazione della legge dicendo: «Abbiamo guidato il mondo in passato, sul disarmo nucleare e sul voto alle donne, e ora lo stiamo facendo di nuovo». La prima ministra Jacinda Ardern ha detto che la Nuova Zelanda è «dalla parte giusta della storia».

A votare contro la legge è stato il deputato David Seymour, leader del partito libertario di destra ACT New Zealand, di cui è l’unico membro eletto in Parlamento.

La prima ministra della Nuova Zelanda Jacinda Ardern in Parlamento a Wellington, il 7 novembre 2019 (AP Photo/Nick Perry)