• Mondo
  • domenica 3 Novembre 2019

In Iraq sono in corso nuove proteste, le principali strade di Baghdad sono state bloccate

A Baghdad, la capitale dell’Iraq, sono in corso nuove proteste contro il governo del primo ministro Abdul Mahdi. I manifestanti hanno bloccato le principali strade della città, gli studenti hanno messo in piedi sit-in nelle loro scuole e gli uffici governativi sono rimasti chiusi (nei paesi musulmani la domenica è il primo giorno della settimana lavorativa). Il centro delle proteste è stata piazza Tahrir, come era già successo nelle scorse settimane.

Le proteste in Iraq erano iniziate a ottobre e si erano rivolte fin dall’inizio contro il governo di Mahdi e le pessime condizioni economiche in cui si trovano molti iracheni. Finora nelle proteste sono state uccise almeno 250 persone, ma nonostante le violenze e il controverso intervento dell’Iran le manifestazioni non si sono fermate.

Baghdad, 3 novembre 2019 (AP Photo/Ali Abdul Hassan)