Ngo 224 Le Duan, la strada nel Quartiere Vecchio di Hanoi in cui un treno passa a pochissima distanza dalle case, il 16 giugno 2017 (AJ Mast via AP Images)
  • Mondo
  • lunedì 14 ottobre 2019

È la fine per la “strada del treno” di Hanoi?

È una delle attrazioni turistiche più popolari della città, ma anche una delle più pericolose: ora le autorità hanno chiuso l'accesso ai turisti

Ngo 224 Le Duan, la strada nel Quartiere Vecchio di Hanoi in cui un treno passa a pochissima distanza dalle case, il 16 giugno 2017 (AJ Mast via AP Images)

Il 6 ottobre ad Hanoi, la capitale del Vietnam, un treno ha dovuto cambiare percorso perché c’erano troppi turisti attorno ai binari su cui sarebbe dovuto passare: è successo nella cosiddetta train street, una delle più popolari attrazioni turistiche della città. È una stretta strada del Quartiere Vecchio in cui quotidianamente, diverse volte al giorno, un treno passa a pochissima distanza dagli edifici sui due lati della strada. Piace molto ai turisti occidentali ed è diventata un tipico soggetto di fotografie e video diffuse su Instagram. Per questo lungo i binari ci sono innumerevoli piccoli bar senza licenza, dove bere e mangiare qualcosa in attesa del passaggio del treno. Dopo il rischiato incidente però il comune della città ha deciso di far chiudere tutti i bar della strada per ragioni di sicurezza.

Inizialmente le autorità si era limitate a chiudere l’accesso alla strada ai turisti, vietando addirittura foto e selfie vicino all’ingresso della strada. Poi però è stata ordinata la chiusura dei bar: negli anni, con la crescita del turismo, i tavoli disposti lungo i binari si sono avvicinati sempre di più allo spazio in cui passa il treno, con sempre maggiori rischi.

Al passaggio del treno – che non è così frequente da impedire ai bar della strada di servire bibite e pasti – i gestori dei locali facevano spostare i turisti in piedi, rasente ai muri degli edifici attorno ai binari. I tavolini e le sedie dei bar, che in alcuni casi venivano messi sui binari, venivano spostate ad ogni passaggio del treno e poi rimesse al loro posto.

Il macchinista Nguyen Huu Nam ha raccontato al quotidiano VN Express che tre volte gli è era capitato di dover fare una frenata di emergenza per evitare di investire delle persone che sembravano non si sarebbero spostate dai binari in tempo. Come succede per molti posti turistici diventati famosi attraverso la pubblicazione di foto e video su Instagram, il numero di persone che frequentava la train street è aumentato moltissimo negli ultimi anni, così come i rischi che in molti si sono presi per scattare una foto sui binari.

I binari che passano lungo la cosiddetta train street – il cui vero nome sarebbe Ngo 224 Le Duan – furono costruiti nel 1902 dai francesi, durante il periodo coloniale: sono l’inizio della linea ferroviaria che porta da Hanoi a Ho Chi Minh, la più grande città del sud del paese. Chi vive da tempo sulla strada racconta che gli incidenti, prima dell’arrivo dei turisti, erano quasi del tutto assenti, ma che la popolarità della strada ha dato a molte famiglie un’utile fonte di reddito. Per ora non è chiaro cosa succederà ai bar della train street e se verrà trovata una soluzione per permettere che restino aperti.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.