• Mondo
  • domenica 13 Ottobre 2019

In California non si potranno più produrre e vendere pellicce a partire dal 2023

La California ha approvato una legge che vieterà la produzione e la vendita di pellicce animali a partire dal 2023. È il primo stato degli Stati Uniti a introdurre una legge del genere, richiesta dagli attivisti animalisti da tempo. Il divieto non riguarda gli indumenti e gli accessori di pelle, i tappeti di pelle di vacche, cervi, pecore e capre e nemmeno gli animali impagliati. Chi violerà la legge potrà essere multato fino a 500 dollari per una singola violazione, fino a 1.000 dollari per violazioni ripetute. Il governatore Gavin Newsom ha anche firmato una legge che vieta lo sfruttamento di quasi tutti gli animali negli spettacoli circensi: sono esclusi gatti, cani e cavalli.

Negli ultimi anni molte aziende di moda hanno deciso di smettere di usare le pellicce. Tra le ultime ad annunciarlo c’è stata Prada.

Una protesta animalista di PETA contro le pellicce del 18 settembre 2018, davanti al comune di Los Angeles, in California (AP Photo/Richard Vogel, File)