• Mondo
  • lunedì 7 Ottobre 2019

Le forze di sicurezza del Ruanda hanno ucciso 19 persone che venerdì avevano partecipato a un attacco in una popolare meta turistica

Le forze di sicurezza del Ruanda hanno detto di aver ucciso 19 persone che facevano parte di un gruppo che venerdì aveva attaccato il popolare Parco nazionale dei Vulcani, uccidendo 14 persone. Un portavoce della polizia ha detto che altre 5 persone sono state arrestate e che l’operazione contro gli assalitori di venerdì è ancora in corso, anche se non è stato chiarito a che organizzazione appartenessero e da dove fossero arrivati. Il Parco nazionale dei Vulcani si trova vicino al confine con il Congo e con l’Uganda, nel nord del paese, ed è famoso tra i turisti perché permette di vedere da vicino i gorilla di montagna. Nella zona operano i ribelli dell’FDLR, un gruppo formato da ex soldati ruandesi e miliziani Hutu scappati in Congo dopo il genocidio del 1994. Le autorità del Ruanda non hanno ancora detto se nell’attacco di venerdì siano stati uccisi turisti.

TAG: