Marc Marquez con il casco celebrativo per la vittoria dell'ottavo titolo mondiale (AP Photo/Gemunu Amarasinghe)
  • Sport
  • domenica 6 ottobre 2019

Marc Marquez ha vinto il Motomondiale

Ha vinto il Gran Premio di Thailandia ed è matematicamente campione con quattro gare di anticipo: è il suo ottavo titolo mondiale e il sesto in MotoGP, a 26 anni

Marc Marquez con il casco celebrativo per la vittoria dell'ottavo titolo mondiale (AP Photo/Gemunu Amarasinghe)

Il pilota spagnolo della Honda Marc Marquez ha vinto il Gran Premio di Thailandia e si è aggiudicato matematicamente il titolo di campione del mondo a quattro gare dal termine del Motomondiale. Domenica mattina, sul Circuito internazionale di Buriram, Marquez ha vinto davanti a Fabio Quartararo e Maverick Vinales. Si tratta del suo quarto titolo mondiale consecutivo, il sesto in MotoGP e l’ottavo in tutta la sua carriera, contando anche quelli vinti nella classi 125 e Moto2.

L’ordine di arrivo del Gran Premio di Thailandia:

  1. Marquez (Honda)
  2. Quartararo (Yamaha)
  3. Vinales (Yamaha)
  4. Dovizioso (Ducati)
  5. Rins (Suzuki)
  6. Morbidelli (Yamaha)
  7. Mir (Suzuki)
  8. Rossi (Yamaha)
  9. Petrucci (Ducati)
  10. Nakagami (Honda)
  11. Bagnaia (Ducati)
  12. Crutchlow (Honda)
  13. Espargaro (KTM)
  14. Miller (Ducati)
  15. Iannone (Aprilia)
  16. Oliveria (KTM)
  17. Rabat (Ducati)
  18. Lorenzo (Honda)
  19. Abraham (Ducati)
  20. Syahrin (KTM)

Con questa vittoria Marquez, che ha 26 anni, è diventato il più giovane pilota a vincere sei Mondiali nella classe principale del Motomondiale: il record precedente apparteneva a Giacomo Agostini, che aveva 29 anni quando vinse il suo sesto titolo in 500. Marquez è diventato anche il più giovane pilota a vincere 8 titoli, record che prima apparteneva a Mike Hailwood, che aveva 27 anni quando vinse il suo ottavo titolo.

La classifica piloti del Motomondiale:

  1. Marquez (Honda) 325
  2. Dovizioso (Ducati) 215
  3. Rins (Suzuki) 167
  4. Vinales (Yamaha) 163
  5. Petrucci (Ducati) 162
  6. Rossi (Yamaha) 145
  7. Quartararo (Yamaha) 143
  8. Miller (Ducati) 119
  9. Crutchlow (Honda) 102
  10. Morbidelli (Yamaha) 90

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.