• Mondo
  • sabato 28 Settembre 2019

Una misteriosa perdita di petrolio ha contaminato alcune spiagge brasiliane

Una perdita di petrolio ha contaminato le coste di otto stati brasiliani, ma l’agenzia per l’ambiente del Brasile ha comunicato di non avere scoperto l’origine della perdita. Il problema ha interessato diverse spiagge lungo 3mila chilometri di costa nella parte nord-orientale del paese: è stata segnalata la presenza di uccelli e tartarughe ricoperti di una sostanza oleosa. Per ora il governo brasiliano ha escluso che la causa della perdita possano essere le attività estrattive condotte al largo delle coste. La società pubblica Petróleo Brasileiro ha detto di avere analizzato alcune tracce di petrolio e di non averle trovate compatibili con il tipo di petrolio estratto e raffinato dall’azienda. Un’ipotesi è che il petrolio provenga da una petroliera passata al largo delle coste brasiliane, oppure che la fonte possano essere le attività estrattive realizzate più a nord in Venezuela o nel Golfo del Messico.

Una tartaruga trovata ricoperta di petrolio a inizio settembre nella zona di Fortaleza, Brasile (Instituto Verdeluz via AP)