• Mondo
  • domenica 22 settembre 2019

A Hong Kong ci sono stati scontri tra manifestanti e polizia, nel 16esimo weekend consecutivo di proteste

Sabato a Hong Kong ci sono stati scontri tra polizia e manifestanti, nel sedicesimo weekend consecutivo di proteste contro il governo. I manifestanti hanno lanciato bombe molotov contro gli agenti, che a loro volta hanno risposto cercando di disperdere la folla.

Sempre sabato un gruppo di sostenitori del governo, guidati dal parlamentare Junius Ho, ha spazzato le strade della città in un gesto simbolico di rifiuto delle proteste. L’idea era anche di ripulire Hong Kong in vista delle celebrazioni per i 70 anni della Repubblica popolare cinese, che si terranno il primo ottobre. Le tensioni tra Hong Kong e potere centrale stanno aumentando con l’avvicinarsi della cerimonia, evento per il quale il governo di Pechino vuole evitare qualsiasi problema.

Persone barricate in un ristorante dopo che la polizia aveva lanciato gas lacrimogeni per disperdere una manifestazione (Chris McGrath/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.