• Mondo
  • lunedì 9 Settembre 2019

In Siria, una postazione di milizie appoggiate dal governo iraniano è stata colpita nella notte da un attacco aereo: si parla di almeno 18 morti

Una postazione militare controllata da milizie finanziate e sostenute dall’Iran vicino alla città di Albu Kamal, in Siria, è stata colpita nella notte da un attacco aereo. L’Osservatorio siriano per i diritti umani, organizzazione filo ribelli con sede a Londra, ha detto che nell’attacco sono state uccise almeno 18 persone e tra i morti ci sono alcuni iraniani.

Non si sa chi abbia compiuto l’attacco, anche se al momento l’ipotesi più probabile è che sia stato Israele. Negli ultimi anni, infatti, Israele ha condotto decine di attacchi contro obiettivi militari iraniani in Siria, con l’obiettivo di limitare la presenza e l’influenza dell’Iran nel paese. Solo raramente ha ammesso attacchi di questo tipo, per lo più condotti in segreto. Il governo iraniano finanzia e appoggia da anni milizie sciite in Siria, che combattono a fianco del regime siriano di Bashar al Assad e contro i ribelli.