Charles Leclerc sul podio del Gran Premio di Monza (Dan Istitene/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 8 settembre 2019

Charles Leclerc ha vinto il Gran Premio d’Italia di Formula 1

È la sua seconda vittoria consecutiva nel Mondiale e la prima della Ferrari a Monza dopo nove anni

Charles Leclerc sul podio del Gran Premio di Monza (Dan Istitene/Getty Images)

Il pilota monegasco della Ferrari Charles Leclerc ha vinto il Gran Premio d’Italia di Formula 1, corso domenica pomeriggio all’Autodromo Nazionale di Monza. Per Leclerc — partito in pole position — è la seconda vittoria consecutiva nel Mondiale, oltre che la seconda in carriera. Dietro di lui sono arrivati i piloti della Mercedes Valtteri Bottas e Lewis Hamilton, mentre l’altro pilota della Ferrari, Sebastian Vettel, ha concluso il Gran Premio al quattordicesimo posto a causa di un testacoda al sesto giro. Con Leclerc la Ferrari è tornata a vincere il Gran Premio d’Italia — considerata la gara di casa della scuderia — nove anni dopo l’ultima volta.

  1. Leclerc (Ferrari)
  2. Bottas (Mercedes)
  3. Hamilton (Mercedes)
  4. Ricciardo (Renault)
  5. Hulkenberg (Renault)
  6. Albon (Red Bull)
  7. Perez (Racing Point)
  8. Verstappen (Red Bull)
  9. Giovinazzi (Sauber)
  10. Norris (McLaren)
  11. Gasly (Toro Rosso)
  12. Stroll (Racing Point)
  13. Vettel (Ferrari)
  14. Russel (Williams)
  15. Raikkonen (Sauber)
  16. Grosjean (Haas)
  17. Kubica (Williams)

Lewis Hamilton rimane però sempre primo nella classifica generale con 284 punti, seguito da Bottas e Max Verstappen della Red Bull, ottavo a Monza. Leclerc invece ha sorpassato Vettel e ora è quarto a 182 punti, seguito dal compagno di squadra a 169. Il Gran Premio d’Italia è stata l’ultima gara europea del Mondiale di Formula 1: fra due settimane riprenderà da Singapore e si sposterà tra Asia e Americhe, con una tappa di trasferimento in Russia prevista dal 27 al 29 settembre.

  1. Hamilton (Mercedes) 284
  2. Bottas (Mercedes) 221
  3. Verstappen (Red Bull) 185
  4. Leclerc (Ferrari) 182
  5. Vettel (Ferrari) 169
  6. Gasly (Toro Rosso) 65
  7. Sainz (McLaren) 58
  8. Ricciardo (Renault) 34
  9. Albon (Red Bull) 34
  10. Kvyat (Toro Rosso) 33

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.