(ANSA/CLAUDIO PERI)

Chi è Peppe Provenzano, il nuovo ministro per il Sud

È un ricercatore che ha studiato a lungo i problemi del Sud (e in passato ha anche scritto qualche articolo per il Post)

(ANSA/CLAUDIO PERI)

Giuseppe Provenzano – detto “Peppe” – è il nuovo ministro per il Sud del secondo governo Conte. Ha 37 anni, è originario di San Cataldo, in provincia di Caltanissetta, ed è membro della direzione nazionale del PD, dove è stato eletto nelle liste dell’attuale segretario Nicola Zingaretti che lo ha nominato responsabile delle politiche del lavoro del partito.

– Leggi anche: Chi sono i ministri del governo Conte

Provenzano si è laureato alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, dove ha anche conseguito un dottorato, ed è un ricercatore che si occupa di politica ed economia. Nel 2010 ha iniziato a lavorare come ricercatore per lo SVIMEZ, l’associazione che dal 1946 studia lo sviluppo economico del Mezzogiorno, di cui è diventato vicepresidente. È stato consulente per diversi ministeri e per l’assessorato all’Economia della regione Sicilia.

Ha scritto tre libri. L’ultimo, pubblicato dopo la sconfitta del PD alle elezioni del marzo 2018, si intitola La sinistra e la scintilla. Idee per un riscatto. In passato ha anche scritto diversi articoli per il Post.

Poco dopo l’annuncio della sua nomina, Provenzano ha pubblicato su Facebook un breve messaggio per ringraziare il segretario Zingaretti per avergli offerto l’incarico.

QUESTI ANNI E QUESTO AGOSTO TRAVAGLIATOIl segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, con cui ho…

Gepostet von Peppe Provenzano am Mittwoch, 4. September 2019

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.