Il secondo governo Conte ha giurato

I 21 ministri e il presidente del Consiglio sono entrati ufficialmente in carica

I 21 ministri del secondo governo Conte, guidati dal presidente del Consiglio, hanno giurato al Quirinale di fronte al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La cerimonia è iniziata alle 10 e ha sancito l’inizio del ufficiale del nuovo governo e la decadenza, definitiva, di quello precedente. Dopo il giuramento e un breve brindisi il governo si sposterà a Palazzo Chigi, sede della presidenza del Consiglio, per il primo Consiglio dei ministri. Il prossimo passaggio sarà il voto di fiducia, fissato per lunedì prossimo.

L’unico tra le persone nominate ieri che non giurerà immediatamente sarà il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro, del Movimento 5 Stelle. Essendo un sottosegretario, infatti, non viene nominato dal presidente della Repubblica, come il presidente del Consiglio e i ministri. Sarà invece nominato nel corso del primo Consiglio dei ministri oggi pomeriggio e giurerà nei prossimi giorni, insieme a tutti gli altri sottosegretari e viceministri.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.