(AP Photo / Ramon Espinosa)
  • Mondo
  • lunedì 2 Settembre 2019

L’uragano Dorian ha raggiunto le Bahamas

Si è abbattuto con venti a quasi 300 km/h, causando inondazioni e danni: tra oggi e domani potrebbe raggiungere le coste della Florida

(AP Photo / Ramon Espinosa)

Tra domenica e lunedì l’uragano Dorian ha raggiunto le isole Bahamas, e ora si sta dirigendo lentamente verso la costa della Florida, negli Stati Uniti. L’uragano è stato declassato alla categoria 4 dopo aver raggiunto domenica la 5, la massima nella scala Saffir-Simpson con cui si misura l’intensità delle perturbazioni, ed è stato il più potente a colpire le Bahamas da quando esiste questo tipo di misurazioni. Le previsioni attuali dicono che Dorian si dirigerà nei prossimi giorni verso ovest, e potrebbe raggiungere le coste del sud degli Stati Uniti: Florida, Georgia e North e South Carolina hanno ordinato evacuazioni di massa, e hanno dichiarato lo stato di emergenza.

Lunedì è stata registrata la prima vittima dell’uragano, un bambino annegato nel nord dell’arcipelago: non ci sono per ora notizie di altri morti, ma secondo la Croce Rossa Internazionale fino a 13mila case potrebbero essere state distrutte. Il primo ministro delle Bahamas Hubert Minnis ha detto che la devastazione causata da Dorian è stata «senza precedenti». Le foto e i video che sono circolati sui social network mostrano danni enormi e strade allagate, con alberi divelti e automobili rovesciate.

Dorian si è abbattuto sulle isole con venti a quasi 300 km/h, colpendo prima le isole Abaco e poi si è diretto verso Grand Bahama, a nord-ovest. Darren Henfield, ministro degli Esteri delle Bahamas, ha detto che «ci hanno riferito di morti e di corpi avvistati. Ma non possiamo confermare nulla finché non andiamo là e guardiamo noi stessi».

Il National Hurricane Center ha detto che l’uragano potrebbe mettere in pericolo la vita dei cittadini delle Bahamas, e ha esortato gli abitanti delle isole Abaco e di Grand Bahama a rimanere nelle proprie abitazioni e nei rifugi anche dopo che l’occhio del ciclone avrà superato le isole.

Al momento Dorian si sta muovendo piuttosto lentamente, a circa 2 km/h, e ci si aspetta che possa raggiungere la costa orientale della Florida tra lunedì sera e martedì mattina.

Non si sa ancora se Dorian colpirà le coste statunitensi, visto che prevedere le traiettorie degli uragani è sempre difficile. Il South Carolina e la Georgia hanno comunque disposto evacuazioni obbligatorie per centinaia di migliaia di abitanti delle aree costiere, così come alcune contee della Florida. In vista dell’arrivo di Dorian, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha cancellato un viaggio in programma in Polonia e in seguito a una riunione con la Federal Emergency Management Agency (FEMA), l’agenzia federale per la gestione delle emergenze, ha definito l’uragano “mostruoso”, dicendo di non aver mai sentito parlare prima di un uragano di categoria 5 (in realtà, era successo già varie volte in passato). In un tweet Trump ha anche scritto che l’uragano si sarebbe diretto verso l’Alabama, ma il servizio meteorologico statunitense ha smentito questa ipotesi.