(Jeff J Mitchell - Pool /Getty Images)
  • Mondo
  • lunedì 26 agosto 2019

Foto da leader

Le foto dei leader al G7 di Biarritz, tra baci e abbracci, studiati sguardi in camera ed esibita disinvoltura

(Jeff J Mitchell - Pool /Getty Images)

Da sabato 24 agosto Donald Trump, Angela Merkel, Boris Johnson, Shinzo Abe, Emmanuel Macron, Justin Trudeau e Giuseppe Conte stanno partecipando al G7, la riunione dei leader di sette tra i paesi più industrializzati al mondo (cioè Stati Uniti, Germania, Regno Unito, Giappone, Francia, Canada e Italia, più una delegazione dell’Unione Europea). Durante i tre giorni del G7 vengono organizzati una serie di incontri tra presidenti e primi ministri, a cui partecipano anche delegazioni di altri paesi, e discussioni comuni su temi come il clima, l’economia o la situazione in Amazzonia (i leader hanno deciso che doneranno 17,9 milioni di euro al Brasile e ad altri paesi sudamericani per usare i canadair sulla foresta incendiata), ma si parla anche della guerra economica tra Cina e Stati Uniti, di Brexit e della situazione nelle zone più problematiche del mondo, come la Siria o la Corea del Nord.

Dal punto di vista fotografico il G7 è un’occasione in cui i capi di Stato sono spesso a disposizione dei fotografi di agenzia in situazioni in cui è facile immortalare qualche goffaggine o disinvoltura, mostrare confusi momenti durante le foto di gruppo o studiati sguardi diretti in camera. Tra i più fotografati c’è Boris Johnson, che partecipa per la prima volta al G7 come primo ministro del Regno Unito; Johnson e Trump confermano anche in questo contesto la loro esuberante fotogenia.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.