Migranti a bordo della Ocean Viking (Medici Senza Frontiere)
  • Italia
  • mercoledì 21 agosto 2019

Ci sono ancora 356 migranti sulla Ocean Viking

Sono in mare da dodici giorni in attesa di sbarcare in un porto sicuro: 103 sono minori

Migranti a bordo della Ocean Viking (Medici Senza Frontiere)

I 356 migranti a bordo della Ocean Viking, la nave gestita da SOS Méditerranée e Medici senza Frontiere e attualmente tra Malta e Lampedusa, stanno aspettando da 12 giorni di poter sbarcare in un porto sicuro. Tra loro ci sono 103 minori, per la maggior parte non accompagnati.

Luca Pigozzi, medico di MSF a bordo della nave, ha pubblicato oggi un nuovo video. Ha detto che «nel mezzo del Mediterraneo, con i giorni che passano quasi tutti uguali, le persone stanno perdendo la cognizione del tempo» e che «faticano perfino ad identificare gli orari per mangiare o per pregare». Ha aggiunto che «il clima a bordo è sempre più teso. Uomini, donne e bambini continuano a vivere in uno spazio ristretto. Riuscire a trovare un posto sul ponte dove tutti possano dormire non è facile». E ancora: «È difficile per loro capire ciò che sta accadendo, proviamo a spiegarlo con l’aiuto del nostro mediatore interculturale». Tutto questo, ha concluso il medico «è vergognoso oltre che disumano. Chiediamo al più presto un porto sicuro perché queste persone possano toccare terra e finalmente trovare una condizione di sicurezza e umanità».

La Ocean Viking aveva soccorso 356 migranti in quattro diverse operazioni a cominciare da venerdì 9 agosto e non è attrezzata per gestire un tale numero di persone. Poco dopo i salvataggi, un coordinatore di Medici senza Frontiere a bordo della nave aveva detto a Repubblica che molti dei ragazzini a bordo «avevano difficoltà a stare in piedi e a camminare e a mantenersi in equilibrio. Non bevevano da due o tre giorni, non mangiavano da altrettanto, erano debolissimi». Tutti i migranti soccorsi dalla Ocean Viking provengono da paesi poveri e violenti dell’area subsahariana come Sudan, Guinea, Mali, cosa che rende quantomeno legittima la loro richiesta di presentare una domanda di protezione e asilo. SOS Méditerranée ha scritto che «una grande maggioranza delle persone soccorse ha subito detenzione arbitraria, estorsione, lavori forzati o tortura durante il viaggio».

Migranti a bordo della Ocean Viking (Medici senza frontiere)

Oggi, in attesa di un porto, la rotta della Ocean Viking ha disegnato un cuore in mezzo al mare:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.