• Mondo
  • martedì 20 agosto 2019

Il principe Andrea del Regno Unito si è detto “inorridito” dalle accuse contro Jeffrey Epstein e ha negato ogni tipo di coinvolgimento

Il principe Andrea del Regno Unito, il secondo figlio maschio della Regina Elisabetta, ha diffuso un comunicato per commentare le immagini diffuse nei giorni scorsi in cui lo si vedeva all’interno della casa di Jeffrey Epstein, il milionario americano arrestato a luglio con l’accusa di sfruttamento sessuale e morto alcuni giorni fa in carcere.

Nelle immagini, pubblicate per primo dal Daily Mail, si vedeva il principe all’interno della casa di Epstein a New York mentre saluta una donna che esce. Il video sarebbe stato realizzato nel 2010, due anni dopo che Epstein si era dichiarato colpevole di istigazione alla prostituzione di minori e istigazione criminale alla prostituzione. Nel comunicato diffuso da Buckingham Palace, il principe si è detto “inorridito” dalle recenti accuse nei confronti di Epstein: «Sua Altezza Reale condanna lo sfruttamento di qualsiasi essere umano, e l’idea che lui perdonerebbe, parteciperebbe o incoraggerebbe un simile comportamento è ripugnante».

Nel 2014 Virginia Roberts aveva accusato il principe Andrea di aver fatto sesso con lei quando lei aveva 17 anni. La donna sostenne che gli incontri sarebbero avvenuti nella casa di Epstein e sporse denuncia in Florida, ma un giudice respinse le accuse giudicandole prive di fondamento.

(Aldama/picture-alliance/dpa/AP Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.