In un parco del centro di Milano, il 1 agosto 2019 (ANSA/DANIEL DAL ZENNARO)
  • cit
  • giovedì 15 agosto 2019

«Alla città non voleva più bene nessuno»

Succede tutti gli anni, intorno a Ferragosto

In un parco del centro di Milano, il 1 agosto 2019 (ANSA/DANIEL DAL ZENNARO)

A un certo punto dell’anno, cominciava il mese d’agosto. Ed ecco: s’assisteva a un cambiamento di sentimenti generale. Alla città non voleva bene più nessuno: gli stessi grattacieli e sottopassaggi pedonali e autoparcheggi fino a ieri tanto amati erano diventati antipatici e irritanti. La popolazione non desiderava altro che andarsene al più presto: e così a furia di riempire treni e ingorgare autostrade, al 15 del mese se ne erano andati proprio tutti.

da La città tutta per lui (Estate), uno dei racconti di Marcovaldo (1963) di Italo Calvino

Per chi si sentisse escluso dalla citazione, continua così:

Tranne uno. Marcovaldo era l’unico abitante a non lasciare la città.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.