In un parco del centro di Milano, il 1 agosto 2019 (ANSA/DANIEL DAL ZENNARO)
  • cit
  • giovedì 15 Agosto 2019

«Alla città non voleva più bene nessuno»

Succede tutti gli anni, intorno a Ferragosto

In un parco del centro di Milano, il 1 agosto 2019 (ANSA/DANIEL DAL ZENNARO)

A un certo punto dell’anno, cominciava il mese d’agosto. Ed ecco: s’assisteva a un cambiamento di sentimenti generale. Alla città non voleva bene più nessuno: gli stessi grattacieli e sottopassaggi pedonali e autoparcheggi fino a ieri tanto amati erano diventati antipatici e irritanti. La popolazione non desiderava altro che andarsene al più presto: e così a furia di riempire treni e ingorgare autostrade, al 15 del mese se ne erano andati proprio tutti.

da La città tutta per lui (Estate), uno dei racconti di Marcovaldo (1963) di Italo Calvino

Per chi si sentisse escluso dalla citazione, continua così:

Tranne uno. Marcovaldo era l’unico abitante a non lasciare la città.