• Mondo
  • martedì 13 agosto 2019

Gli Stati Uniti hanno rimandato alcuni dazi su prodotti cinesi che avrebbero dovuto entrare in vigore a settembre

Gli Stati Uniti hanno rimandato di tre mesi alcuni dei nuovi dazi su prodotti cinesi che avrebbero dovuto entrare in vigore a settembre: tra cui quelli su telefoni cellulari, computer portatili e giocattoli. La decisione è stata presa per permettere a negozi e distributori di approvvigionarsi in vista del nuovo anno scolastico e dell’inizio della stagione dei regali: i dazi rimandati entreranno in vigore il 15 dicembre; gli altri dazi annunciati a inizio agosto entreranno invece in vigore come previsto l’1 settembre.

 

(AP Photo/Evan Vucci)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.