• Mondo
  • venerdì 2 agosto 2019

Da settembre gli Stati Uniti imporrano nuovi dazi sui prodotti cinesi

Il presidente statunitense Donald Trump ha annunciato che dal primo settembre gli Stati Uniti imporranno nuovi dazi del 10 per cento su beni d’importazione cinesi del valore di 300 miliardi di dollari all’anno.

I nuovi dazi si aggiungeranno a quelli già in vigore da maggio su beni d’importazione cinesi del valore annuale di 200 miliardi di dollari: in quel caso i dazi erano passati dal 10 al 25 per cento. La decisione, annunciata da Trump su Twitter, è arrivata al termine di diversi incontri bilaterali tra Stati Uniti e Cina per ridiscutere gli accordi commerciali tra i due paesi, che però non hanno dato i risultati sperati. Trump ha accusato il presidente cinese Xi Jinping di non stare facendo abbastanza e che finché non verrà trovato un accordo continuerà a aumentare i dazi sui beni cinesi. In seguito, al termine di un comizio tenuto a Cincinnati (Ohio), Trump  ha detto che prossimamente i dazi potrebbe aumentare ancora di un ulteriore 25 per cento.

(AP Photo/Carolyn Kaster)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.