• Mondo
  • sabato 3 agosto 2019

Dal 20 agosto, l’aeroporto di San Francisco non venderà più l’acqua in bottiglie di plastica

Dal 20 agosto, all’interno del San Francisco International Airport (l’aeroporto più importante della Bay Area) non sarà più possibile vendere acqua in bottiglie di plastica, ma soltanto in contenitori di vetro, alluminio riciclato o materiali compostabili certificati.
Il divieto è parte di una strategia che punta entro il 2021 a far diventare l’aeroporto una struttura che produca solo rifiuti riciclabili: già da luglio, per esempio, era stata vietata la vendita di cannucce usa e getta ai bar e ai ristoranti interni.

Prima che venisse annunciato il divieto sulle bottiglie di plastica, nell’aeroporto erano state installate quasi 100 “fontanelle”, e ai ristoranti era stato imposto di dare ai clienti condimenti in confezioni usa e getta (come quelle della maionese o del ketchup, per esempio) solo su richiesta, e non più automaticamente con ogni acquisto.

(AP Photo/Richard Vogel)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.