Adrien Brody in una scena di "Il treno per il Darjeeling"

Non è mai troppo tardi per organizzare una vacanza

E, conoscendo qualche trucco, farlo senza spendere troppo

Adrien Brody in una scena di "Il treno per il Darjeeling"

C’è stato un periodo, alcuni anni fa, in cui sembrava che le migliori occasioni per un volo in aereo fossero riservate ai viaggiatori last minute. Si era diffuso l’immaginario dei giovani che, con una manciata di vestiti nello zaino, si presentano in aeroporto all’ultimo minuto e decidono la destinazione sulla base dei posti rimasti liberi sui voli del giorno. Oggi è abbastanza risaputo che organizzare una partenza in aereo con pochissimo anticipo non conviene, soprattutto nel periodo estivo, perché i prezzi dei biglietti aerei sono più alti proprio nei giorni immediatamente precedenti al volo. Tuttavia conoscendo alcuni trucchi e sfruttando alcuni servizi si può organizzare una vacanza all’ultimo momento anche senza una spesa eccessiva.

Trucchi per acquistare i voli online
La prima cosa di cui tenere conto è che non servono mesi e mesi di anticipo per organizzare un viaggio in aereo spendendo poco, ma alcune accortezze sì. Cercando online si trovano vari consigli da seguire, ad esempio per ottenere offerte più convenienti sui voli bisogna fare tre cose: prenotare il volo almeno tre settimane prima, farlo di domenica e partire di giovedì o venerdì. Il primo consiglio è piuttosto scontato e con il terzo ci si può fare poco se si è vincolati a un periodo di ferie che non si è scelto, mentre il secondo si può più facilmente mettere in pratica. In un’analisi dati sui prezzi dei voli dell’anno scorso, Skyscanner, uno dei più convenienti comparatori  di prezzi di voli, conferma che prenotando di domenica si risparmia il 4 per cento rispetto al mercoledì, una percentuale che può risultare interessante quando il volo costa tanto.

Skyscanner consiglia anche di non sentirsi vincolati ad acquistare sia l’andata che il ritorno di un volo con la stessa compagnia aerea e conferma che il giorno migliore della settimana per volare, se si vuole risparmiare,  è il venerdì, e non il martedì o il mercoledì, come in passato. È comunque sempre bene tenersi informati, perché gli algoritmi delle compagnie aeree sono in continuo cambiamento e anche questi consigli potrebbero non valere più tra qualche anno. Se però siete impegnati a organizzare una vacanza all’ultimo minuto in questi giorni, soprattutto se non volete partire dopodomani, ma avete davanti a voi almeno tre settimane, qualcosa di interessante potete trovarlo e applicando le regole dei giorni forse potete riuscire a risparmiare qualcosa.

Ma tra i last minute più convenienti non ci sono solo voli aerei. Weekendesk, piattaforma online per prenotare soggiorni all’ultimo minuto per brevi e lunghi periodi, raccoglie offerte vantaggiose contrattandole direttamente con gli hotel e propone agli utenti soggiorni in Sardegna e Sicilia che includono anche il viaggio in traghetto con partenza e arrivo in alcuni dei principali porti italiani. È il caso, per esempio, di questo pacchetto last minute per un soggiorno in Sardegna, sull’Isola della Maddalena, il cui prezzo è comprensivo del viaggio in traghetto da Civitavecchia e Porto Torres e ritorno.

Soluzioni alternative
Un’altra cosa che si può fare per organizzare bene una vacanza all’ultimo è aprirsi a nuove possibilità: oltre all’aereo, per esempio, si possono considerare treni e bus e magari viaggiare di notte per risparmiare sul soggiorno. Per dormire non è detto che un hotel sia l’unica opzione: una vacanza in campeggio, anche se non l’avete mai fatta, può rivelarsi una soluzione divertente e un risparmio significativo se potete chiedere in prestito qualcosa dell’attrezzatura. Poi spesso i posti in cui crediamo di voler andare sono solo i posti di cui sentiamo parlare di più, dove vanno tutti e che quindi costano di più. Una ricerca più approfondita potrebbe far emergere destinazioni meno famose ma comunque interessanti e magari anche più adatte ai propri gusti.

A volte basta spostare di poco lo sguardo sulla mappa rispetto al posto in cui si pensava di andare. Di recente il New York Times ha messo insieme una lista di destinazioni alternative ad alcune località molto turistiche cercandone di simili, interessanti e poco lontane ma meno note e quindi molto meno affollate. Ad esempio, ha consigliato l’isola greca di Tino – a mezz’ora di traghetto da Mykonos – al posto di Santorini. Delft e L’Aia invece al posto di Amsterdam, che da anni ha vari problemi legati al numero eccessivo di turisti, e Cattaro, in Montenegro, al posto di Dubrovnik, in Croazia, un’altra città con troppi visitatori, anche per colpa di Game of Thrones.

Andare da qualche parte in Italia
Se però siete veramente agli sgoccioli per pianificare una vacanza e dovreste prendervi una vacanza solo per organizzare le vacanze, allora forse la cosa migliore è non allontanarsi tanto, anche solo per non metterci troppo ad arrivare a destinazione: insomma andare da qualche parte in Italia. Di scelta ce n’è molta, per quasi tutte le esigenze. Il passaggio successivo è decidersi tra cercare una meta non particolarmente turistica (negli Appennini ci sono molti posti del genere, ad esempio) oppure prendersi qualche ora per cercare soggiorni in offerta, magari anche in località gettonate.

Per metterci poco tempo ci si può affidare a una delle piattaforme che raccolgono offerte (anche) dell’ultimo minuto, come Weekendesk, dove in questi giorni ci sono saldi estivi per chi vuole andare al mare e per chi vuole andare in montagna e non si è ancora deciso. È un sito per prenotare soggiorni in hotel – per un weekend, come dice il nome, ma anche per periodi più lunghi – e non solo approfittando di sconti convenienti concordati direttamente da Weekendesk con le varie strutture turistiche. Chi sa solo che vorrebbe passare qualche giorno fuori porta può usare il suo motore di ricerca per trovare posti da visitare in cui arrivare in due ore al massimo, chi ha già un’idea di dove vorrebbe andare e quando può usarlo per cercare hotel e bed-&-breakfast, e chi è in cerca di un certo tipo di vacanza ma non sa dove andare può fare ricerche mirate usando un filtro per tema.

Per esempio se cercate vacanze a tema “bicicletta”, tra le offerte di questi giorni c’è un soggiorno in un hotel sulle Alpi francesi che include anche il noleggio di bici. Oppure se cercate un hotel che sia anche spa, Weekendesk propone un soggiorno a Levanto, nelle Cinque Terre, a un prezzo leggermente più basso di quello che trovereste su altri siti di prenotazioni. Ci sono varie offerte valide anche a partire da domani, davvero last minute quindi.

Tra le offerte suggerite da Weekendesk in questo momento, ce n’è una molto vantaggiosa per una vacanza sull’isola della Maddalena, in Sardegna, ad agosto. Il pacchetto comprende il viaggio in traghetto e un soggiorno di almeno otto notti in appartamenti a pochi passi dal centro storico e circa 20 minuti a piedi dal mare. La Maddalena è un’isola famosa per le coste frastagliate che danno origine a cale e calette caratteristiche, come Cala Francese e Cala Trinità. Tramite un ponte, si può arrivare alla vicina isola di Caprera e visitare Cala Coticcio, che è stata rinominata “Tahiti sarda” per il colore delle sue acque, raggiungibile solo via mare o attraverso un percorso di trekking. È una meta nota anche per le immersioni perché nelle acque che circondano l’isola si possono vedere molti animali: la zona che la circonda è un parco naturale nazionale.

Il porto della Maddalena (Sean Gallup/Getty Images)

La Cala Francese sull’isola della Maddalena (Wikimedia Commons)

Sempre se vi piacciono le isole, su Weekendesk trovate anche un soggiorno a Lipari, la principale delle isole Eolie, a nord est della Sicilia: in una villa dell’Ottocento con piscina privata a 20 minuti di distanza dalla spiaggia più vicina. Se voleste potreste partire già domani: la permanenza può durare da 3 a 10 notti e il costo totale offre un significativo risparmio rispetto a quanto si trova su altri siti di prenotazioni. In giornata, da Lipari si possono visitare le vicine isole Salina, Vulcano, Panarea o le più lontane Stromboli, Alicudi e Filicudi. Per le loro caratteristiche naturali sono state inserite nel patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Sono isole vulcaniche, quindi ci sono spiagge particolari: alcune hanno la sabbia nera, altre bianchissima; certe spiagge poi sono ricche di pietra pomice, che galleggia sull’acqua.

Punta di Levante, a Lipari, e sullo sfondo l’isola di Vulcano (Rolf Haid/picture-alliance/dpa/AP Images)

La spiaggia di Porto Ponente, a Vulcano (Rolf Wilms/picture-alliance/dpa/AP Images)

Per chi preferisce la montagna invece Weekendesk ha un’offerta su un soggiorno di almeno tre giorni nella località La Thuile in Valle d’Aosta, in una struttura con vista sulle montagne e sauna, bagno turco e piscina. Da La Thuile si possono fare numerose passeggiate, più o meno lunghe e per persone più o meno sportive. Tra le più belle attrazioni ci sono il ghiacciaio del Rutor, che domina la vallata, e le Cascate Rutorine a cui si arriva con un percorso immerso nella natura. Altre visite che si possono fare in giornata da La Thuile sono il giardino botanico di Chanousia, la zona archeologica al Colle del Piccolo San Bernardo e il lago di Verney.

Il Dente del Gigante e le Grandes Jorasses visti da Petosan, una località vicina a La Thuile (Wikimedia Commons)

Infine per chi è indeciso tra mare e montagna, e magari ha anche qualche bambino al seguito, Weekendesk suggerisce una vacanza in Toscana, in un resort con piscina in mezzo alla campagna, a pochi chilometri da Firenze: una di quelle vacanze che assomigliano alla vita che secondo tante commedie romantiche americane si fa in Italia. A poca distanza si può visitare Villa Demidoff, ex Villa Medicea di Pratolino, circondata da un ampio giardino all’inglese. Invece la prima cosa da vedere in città – se non ci siete mai stati – sono certamente gli Uffizi, per cui è però importante prenotare i biglietti in anticipo per non fare troppa fila. Con la cattedrale di Santa Maria del Fiore e Ponte Vecchio si completa il tour minimo della città; avendo più tempo si possono visitare, ad esempio, il Giardino di Boboli, uno dei più importanti esempi di giardino all’italiana al mondo, il Giardino dei Semplici nel Museo di Storia Naturale della città, o anche, per restare in tema di giardini anche se solo di nome, il Gucci Garden, lo spazio espositivo di Gucci.

Una vedura del Giardino di Boboli, a Firenze (ANSA/MAURIZIO DEGL’INNOCENTI)