Facebook sarà multata di 5 miliardi di dollari per il caso Cambridge Analytica

Lo scrivono i principali giornali statunitensi: si tratterebbe della più grande multa mai data negli Stati Uniti per una violazione della privacy

Facebook sarà multata di 5 miliardi di dollari per il caso Cambridge Analytica, dicono i giornali statunitensi. Citando loro fonti rimaste anonime, il New York Times, il Washington Post e il Wall Street Journal hanno scritto che la Federal Trade Commission (FTC), l’agenzia governativa che si occupa della tutela dei consumatori e della concorrenza negli Stati Uniti, ha approvato la multa venerdì con un voto dei suoi cinque membri, finito 3-2. La multa, che dovrà essere approvata dal Dipartimento della Giustizia, riguarda la gestione impropria dei dati personali di 50 milioni di utenti di Facebook.

Il caso iniziò nel marzo 2018 quando un’inchiesta del Guardian e del New York Times mostrò l’uso scorretto di un’enorme quantità di dati prelevati da Facebook, da parte di un’azienda di consulenza e per il marketing online, Cambridge Analytica. Il caso ebbe enormi conseguenze per Facebook e la FTC nel 2018 iniziò una sua inchiesta: la multa che ha deciso di dare a Facebook, se approvata, sarà la più grande mai data a una società di tecnologia negli Stati Uniti e la più grande mai data per una violazione della privacy.

(Sean Gallup/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.