• Italia
  • venerdì 5 Luglio 2019

I rifiuti di Roma dovranno essere rimossi entro sette giorni

E alcuni già entro 48 ore, dice un'ordinanza della regione, mentre la città è da giorni piena di spazzatura per le strade

Il presidente del Lazio, Nicola Zingaretti, ha firmato un’ordinanza che impone ad AMA, l’azienda che si occupa dei rifiuti a Roma, di provvedere alla pulizia della città entro 48 ore. Nelle ultime settimane le strade di Roma si sono ritrovate nuovamente piene di rifiuti, a causa di una serie di problemi antichi e concomitanti – tra cui la mancanza di un numero sufficiente di impianti di smaltimento – che hanno reso la raccolta dei rifiuti quasi impossibile.

Nell’ordinanza Zingaretti ha imposto di provvedere entro 48 ore «alla pulizia, raccolta dei rifiuti e disinfezione e disinfestazione vicino a siti sensibili come strutture sanitarie e socio-assistenziali, strutture per l’infanzia, mercati rionali, esercizi di ristorazione». AMA avrà sette giorni per provvedere alla raccolta dei rifiuti anche nelle altre zone della città. Sempre entro sette giorni dovrà essere attivo l’impianto tritovagliatore di Ostia, e si dovranno distribuire per la città 300 nuovi cassonetti.

Zingaretti ha anche chiesto che gli impianti lavorino al massimo della loro capacità e che tutti gli impianti posticipino le manutenzioni che avevano in programma alla settimana tra il 19 e 25 agosto. Ha anche chiesto all’AMA di utilizzare più mezzi possibili al fine di minimizzare la permanenza dei rifiuti per le strade e di garantire raccolta, trasporto e lavorazioni anche nei giorni festivi. Inoltre entro 30 giorni AMA dovrà far approvare dal suo socio unico, il comune di Roma, i propri bilanci del 2017 e del 2018 (l’ultimo bilancio approvato è stato quello del 2016).

(LaPresse - Andrea Panegrossi)