• Mondo
  • giovedì 4 luglio 2019

Un’imbarcazione con 86 migranti a bordo è affondata nella notte tra mercoledì e giovedì a largo della Tunisia

Un’imbarcazione con 86 migranti a bordo è affondata nella notte tra mercoledì e giovedì a largo della città di Zarzis, nell’est della Tunisia. Associated Press dice che un peschereccio tunisino si è imbattuto nella barca che affondava ma che solo 4 persone sono state messe in salvo: 82 sono disperse, mentre una delle quattro persone salvate, proveniente dalla Costa d’Avorio, è poi morta in ospedale.

La notizia è stata data inizialmente da Alarm Phone, il call center informale che raccoglie messaggi di emergenze in mare gestito dalla ong Watchformed, citando un volontario della Mezzaluna Rossa tunisina. Successivamente sono arrivate conferme da fonti governative sentite da Reuters e da Lorena Lando, direttrice dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni in Tunisia. La nave affondata, hanno detto i superstiti, era partita dalla Libia.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.