• Mondo
  • lunedì 10 giugno 2019

Kassym-Jomart Tokayev ha vinto le elezioni presidenziali in Kazakistan, come previsto

Kassym-Jomart Tokayev ha vinto le elezioni presidenziali in Kazakistan con il 70,76 per cento dei voti, mentre il suo principale avversario, il leader dell’opposizione Amirzhan Kosanov, si è fermato al 16,2 per cento. La vittoria di Tokayev, che era diventato presidente ad interim del paese a marzo scorso dopo le dimissioni di Nursultan Nazarbayev, era ampiamente prevista.

Queste elezioni sono state le prime senza Nazarbayev, che aveva governato il paese in modo autoritario dal 1990, cioè da un anno prima dell’indipendenza dall’Unione Sovietica, ma gli analisti si aspettavano un risultato scontato, a causa di un processo elettorale non del tutto trasparente. Negli scorsi giorni c’erano state diverse proteste, che secondo la polizia sarebbero state sostenute dal banchiere e oppositore politico kazako Mukhtar Ablyazov, e domenica erano state arrestate circa 500 persone, accusate di essere «elementi radicali che cercano di destabilizzare la società».

(AP Photo/Alexei Filippov)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.