• Italia
  • martedì 4 Giugno 2019

Altre 20 persone sono state arrestate nell’inchiesta della procura di Milano per traffico illecito di rifiuti

Altre 20 persone sono state arrestate nell’inchiesta della procura di Milano per traffico illecito di rifiuti, dopo che a febbraio ne erano state arrestate 12. L’accusa ritiene che gli indagati avessero messo in piedi un imponente giro d’affari per trasformare capannoni abbandonati in discariche abusive. Le indagini erano iniziate con l’incendio del deposito di rifiuti in via Chiasserini di ottobre 2018: se ne era parlato molto – nonostante non fosse il primo incendio di quel tipo – perché per giorni a Milano si era sentito un odore acre nell’aria.

Il Corriere della Sera scrive inoltre che stamattina sono stati sequestrati «altri sette depositi dopo i tre già chiusi a febbraio», e che la procura di Milano ha ordinato «il sequestro preventivo delle quote delle società utilizzate per i traffici di rifiuti soprattutto dalla Campania».

(ANSA/POLIZIA)