• Italia
  • mercoledì 27 Febbraio 2019

La Direzione distrettuale antimafia di Milano ha chiesto l’arresto di 12 persone per l’incendio in un deposito di rifiuti dello scorso ottobre

La Direzione distrettuale antimafia di Milano ha chiesto l’arresto di 12 persone per l’incendio del deposito di rifiuti in via Chiasserini dello scorso ottobre. La polizia, scrive SkyTg24, sta eseguendo oggi i mandati di arresto, in diverse regioni d’Italia e le persone arrestate sono accusate di essere «responsabili a vario titolo di traffico illecito di rifiuti, attività di gestione non autorizzata e intestazione fittizia di beni». Per 8 di loro è stato chiesto il carcere, per 4 sono stati chiesti gli arresti domiciliari, mentre ad altre tre persone indagate è stato imposto l’obbligo di dimora (l’impossibilità di lasciare il comune di residenza). L’incendio nel deposito di rifiuti a Milano era cominciato lo scorso 14 ottobre: se ne era parlato molto – nonostante non fosse il primo incendio di quel tipo – perché per giorni a Milano si era sentito un odore acre nell’aria.

LaPresse - Stefano Porta