• Sport
  • lunedì 3 Giugno 2019

Com’è finita gara-2 delle finali NBA tra Golden State Warriors e Toronto Raptors

Nella notte tra domenica e lunedì a Toronto, in Canada, si è giocata gara-2 delle finali NBA tra Golden State Warriors e Toronto Raptors: hanno vinto i Warriors 109-104, portando la serie sull’1-1 (vince il campionato la prima squadra che ne vince quattro). Toronto è stata in vantaggio per quasi tutti i primi due quarti di gioco, ma ha subìto una rimonta e poi un sorpasso notevoli all’inizio del terzo quarto, il momento della partita in cui i Warriors sono da anni superiori a qualsiasi squadra NBA: Golden State ha segnato 18 punti di fila senza che Toronto riuscisse a fare un solo canestro.

Nell’ultimo quarto della gara i Raptors sono riusciti a riavvicinarsi ai Warriors, anche sfruttando l’uscita dal campo a causa di un infortunio di Klay Thompson, uno dei migliori fino a quel momento. Senza Thompson e senza Kevin Durant, fuori dalla semifinale di Conference contro Houston, Golden State ha sofferto una difesa molto dura su Steph Curry, senza riuscire a trovare molte soluzioni di tiro. La partita è stata chiusa da un canestro da tre punti di Andre Iguodala a pochi secondi dalla fine della gara.

Gara-3 delle finali NBA si giocherà nella notte italiana tra mercoledì e giovedì a Oakland, nel palazzetto degli Warriors. Non si sa ancora se rientreranno Klay Thompson e Kevin Durant, mentre ci sarà DeMarcus Cousins, che ha iniziato da titolare gara-2 dopo essere stato fuori a lungo per un infortunio.

(Frank Gunn/The Canadian Press via AP)