• Mondo
  • lunedì 3 giugno 2019

Sono stati avvistati cinque corpi sul Nanda Devi, nell’Himalaya

Durante una missione di soccorso per cercare otto alpinisti dispersi dal 26 maggio sul Nanda Devi, un massiccio montuoso dell’Himalaya nel nord dell’India, sono stati avvistati cinque corpi, scrive l’agenzia di stampa Reuters. Le autorità indiane che guidano la missione di soccorso ritengono – ha spiegato un alto funzionario del Pithoragarh, la regione dello stato dell’Uttarakhand in cui ha luogo la missione – che tutti e otto gli alpinisti siano morti a causa di una valanga; si aspettano di trovare altri tre corpi vicino ai primi cinque.

I corpi sono stati visti dalle persone a bordo di un elicottero. Degli otto alpinisti dispersi, quattro sono cittadini britannici, due americani, uno australiano e uno indiano. Domenica sono stati soccorsi altri quattro alpinisti che stavano salendo sul Nanda Devi: a differenza dei dispersi avevano deciso di tornare indietro prima a causa del cattivo tempo ed erano state le ultime persone in contatto con loro.

Il Nanda Devi ha la 23esima cima più alta del mondo, con i suoi 7.816 metri; fu scalata per la prima volta nel 1936. È una delle vette più difficili dell’Himalaya e attira meno alpinisti rispetto ad altre cime.

L'Himalaya nello stato indiano dell'Uttarakhand; la foto è del 2015 (La Presse/Agnes BUN / AFP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.