• Mondo
  • giovedì 30 maggio 2019

Le condizioni di salute di Julian Assange sono molto peggiorate, dice Wikileaks

Julian Assange, il 47enne fondatore di Wikileaks, è stato spostato nell’ala medica del carcere di Belmarsh, a Londra, dove si trova dopo essere stato arrestato dalla polizia britannica. A fine aprile Assange era stato espulso dall’ambasciata dell’Ecuador a Londra, dove aveva vissuto per sette anni come rifugiato politico, in seguito alla decisione del presidente ecuadoriano Lenin Moreno di revocargli l’asilo politico. Assange era stato quindi arrestato dalla polizia britannica e condannato a 50 settimane di carcere da un tribunale del Regno Unito per aver violato i termini della libertà su cauzione nel 2012. Wikileaks ha scritto su Twitter che durante le «sette settimane a Belmarsh la sua salute è andata peggiorando e ha perso tantissimo peso».

Il suo avvocato ha detto che Assange è troppo malato per partecipare in video a un’udienza, fissata per il 3 giugno, sulla richiesta di estradizione fatta dagli Stati Uniti, che lo hanno incriminato per 18 capi di accusa. La prossima udienza si terrà il 12 giugno.

Il fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, in tribunale. (AP Photo/Matt Dunham)