• Mondo
  • sabato 25 Maggio 2019

Il Tribunale internazionale del diritto del mare ha ordinato alla Russia di rilasciare immediatamente i 24 marinai ucraini arrestati in Crimea lo scorso novembre

Il Tribunale internazionale del diritto del mare, organo indipendente dell’ONU con sede ad Amburgo, in Germania, ha ordinato alla Russia di rilasciare immediatamente i 24 marinai ucraini arrestati e le tre navi sequestrate lo scorso novembre al largo della Crimea. Gli arresti erano avvenuti dopo uno scontro tra le tre navi ucraini e alcune navi della marina russa, nei pressi dello stretto di Kerč’. La Russia, comunque, non riconosce la giurisdizione del Tribunale di Amburgo e molto probabilmente non obbedirà alle indicazioni dei giudici.

I marinai ucraini in cella in un tribunale a Mosca (AP Photo/Alexander Zemlianichenko)