(Andreas Arnold/dpa)
  • Italia
  • mercoledì 22 maggio 2019

Cos’è successo al passeggero finito sul volo sbagliato?

Era partito da Pisa convinto di andare a Cagliari, ma è finito a Bari: Repubblica ipotizza cosa potrebbe essere andato storto

(Andreas Arnold/dpa)

Ieri è circolato online un video girato a bordo di un volo Ryanair che mostra un uomo furioso perché per qualche motivo era riuscito a salire sull’aereo sbagliato: partito da Pisa, l’uomo è atterrato a Bari anche se aveva il biglietto per Cagliari. Nel video, l’uomo protesta vivacemente contro gli assistenti di volo, chiedendosi come fosse stato possibile che non fosse stato fermato ai controlli.

Repubblica oggi prova a fare alcune ipotesi e a mettere insieme quello che sappiamo, per spiegare come sia stato possibile l’errore (al di là della distrazione dell’uomo). Una cosa che potrebbe avere influito è che per via di un’esibizione delle Frecce Tricolori, la pattuglia acrobatica dell’Aeronautica militare, lo scalo di Pisa è rimasto temporaneamente chiuso mentre in teoria dovevano svolgersi le procedure di imbarco sul volo in questione, spiega Repubblica. Questo spiegherebbe una certa fretta nei controlli dei documenti e dei biglietti, che con ogni probabilità ha avuto un ruolo determinante: per questioni di sicurezza, infatti, è un grosso problema se un passeggero riesce a salire su un volo diverso da quello per cui ha acquistato il biglietto.

Repubblica scrive anche che c’erano due voli per Cagliari quasi contemporaneamente, con i gate vicini, e a loro volta vicini a quello per Bari. All’aeroporto, normalmente, il biglietto viene controllato due volte: prima dei controlli di sicurezza, e poi nuovamente al gate del volo. Un’ipotesi è che il lettore ottico con il quale viene verificato il biglietto all’imbarco fosse rotto, e che quindi la procedura sia stata fatta manualmente, in modo approssimativo. Un altro errore potrebbe essere avvenuto nella procedura obbligatoria con cui gli assistenti di volo dovrebbero contare i passeggeri prima del decollo.

Ovviamente a monte ci sono le colpe del passeggero, che si è presentato al gate sbagliato e una volta salito sull’aereo, scrive Repubblica, ha trovato occupato il posto segnato sul biglietto e non ha avvisato gli assistenti di volo, scegliendo di sedersi da un’altra parte. C’è poi un’ultima ipotesi, secondo Repubblica:

L’imbarco a Pisa, dopo il controllo al gate, avviene a piedi. E può darsi che il passeggero – una volta passato dal gate giusto dell’aereo per Cagliari– si sia poi incamminato sul piazzale verso il jet sbagliato. Senza ovviamente che nessuno in cima alla scaletta dell’aereo – e qui le responsabilità della compagnia ci sono – verificasse il tagliando di viaggio.

Sia Ryanair sia l’aeroporto di Pisa hanno avviato un’indagine per individuare le cause dell’errore.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.