• Italia
  • lunedì 20 maggio 2019

La bambina gravemente ferita nella sparatoria del 3 maggio a Napoli è sveglia, cosciente e respira da sola

La bambina di 4 anni gravemente ferita nella sparatoria avvenuta il 3 maggio a Napoli in piazza Nazionale è sveglia, cosciente e respira da sola. Nel bollettino diffuso dall’ospedale Santobono di Napoli, dove la bambina è ricoverata da 17 giorni, si legge che «i parametri vitali sono stabili e il quadro clinico è in miglioramento».

Nei giorni scorsi era stato arrestato il presunto autore della sparatoria, Armando Del Re, insieme al fratello, che gli aveva offerto protezione. Nella sparatoria era stato colpito da sei proiettili Salvatore Nurcaro, un pregiudicato di 32 anni, che ora si trova in ospedale in gravi condizioni. La bambina colpita stava passando in piazza assieme alla nonna – anche lei ferita lievemente – quando era stata raggiunta da un proiettile.

Regali e biglietti di auguri per la bambina ferita durante una sparatoria a Napoli. (ANSA / CIRO FUSCO)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.