Mauro Icardi e Milan Skriniar dopo uno dei quattro gol subiti a Napoli (Francesco Pecoraro/Getty Images)
  • Sport
  • lunedì 20 Maggio 2019

Quattro squadre per due posti in Champions League

Cosa devono fare — o sperare — Atalanta, Inter, Milan e Roma per terminare il campionato al terzo o al quarto posto in classifica

Mauro Icardi e Milan Skriniar dopo uno dei quattro gol subiti a Napoli (Francesco Pecoraro/Getty Images)

La penultima giornata del campionato di Serie A si è disputata nel fine settimana e terminerà stasera con il posticipo Lazio-Bologna. I risultati del weekend non hanno ancora stabilito le ultime due qualificazioni ai gironi di Champions League, l’obiettivo più ambito dopo lo Scudetto. Questo vuol dire che all’ultima giornata Atalanta, Inter, Milan e Roma si giocheranno a distanza il terzo e il quarto posto, e potrebbe succedere di tutto.

La classifica attuale della Serie A vede l’Atalanta al terzo posto con 66 punti a pari merito con l’Inter, che però è in svantaggio per i risultati negli scontri diretti (favorevoli ai bergamaschi: una vittoria e un pareggio). Il Milan è quinto con un solo punto in meno mentre la Roma è sesta con 63 punti.

1) Juventus 90
2) Napoli 79
3) Atalanta 66
4) Inter 66
————————————
5) Milan 65
6) Roma 63

In caso di parità al termine del campionato, per la formulazione della classifica finale verranno considerati in ordine la classifica avulsa — i risultati delle gare tra le squadre nel corso della stagione — la differenza reti degli scontri diretti, la differenza reti complessiva e il maggior numero di gol segnati.

Stando al regolamento e alla situazione in classifica, l’Atalanta otterrà la qualificazione alla Champions League se all’ultima giornata vincerà contro il Sassuolo, squadra che non ha più nulla da chiedere al campionato. Ma l’Atalanta si potrebbe qualificare anche in caso di pareggio o sconfitta contro il Sassuolo, se Inter e Milan non riuscissero a raggiungerla o superarla in classifica. Negli scontri diretti, che contano in caso di punteggio uguale, l’Atalanta è in vantaggio con l’Inter, in parità con la Roma e in svantaggio con il Milan.

Come per l’Atalanta, l’Inter dovrà mantenere la sua posizione per qualificarsi alla prossima Champions League. Avrà però una partita ben più impegnativa, dato che giocherà in casa contro l’Empoli in piena lotta per non retrocedere e per giunta in gran forma, come si è visto nelle ultime settimane. Per andare in Champions l’Inter dovrà vincere, ma potrà anche pareggiare o perdere se il Milan non dovesse vincere e se la Roma dovesse vincere contro il Parma con meno di quattro gol di scarto. Negli scontri diretti, l’Inter è in vantaggio con il Milan, in parità con la Roma e in svantaggio con l’Atalanta.

Domenica il Milan giocherà invece a Ferrara contro la Spal, già salva. Per qualificarsi alla Champions League dopo sei anni di assenza dovrà recuperare lo svantaggio di un punto: dovrà quindi sperare che Atalanta o Inter non vincano le loro ultime partite. Negli scontri diretti è in vantaggio con Atalanta e Roma e in svantaggio con l’Inter. Le probabilità che la Roma vada in Champions sono molto basse: per riuscirci dovrà vincere e sperare che tutte le altre perdano, o vincere con almeno cinque gol di scarto contro il Parma, nel caso l’Atalanta andasse a punti e Inter e Milan dovessero perdere. Negli sconti diretti è in svantaggio con il Milan e in parità con Inter e Atalanta.