Facebook ha chiuso 265 account che diffondevano notizie false nei paesi africani, in America Latina e nel sud est asiatico

Facebook ha chiuso centinaia di account che diffondevano notizie false prevalentemente nei paesi africani e in America Latina. Facebook ha scritto che in totale sono stati rimossi 265 tra account di Instagram, pagine e gruppi Facebook riconducibili a un’agenzia in Israele, Archimedes Group, che aveva preso di mira la Nigeria, il Senegal, il Togo, l’Angola, il Niger e la Tunisia e paesi in America Latina e nel sud est asiatico.

Le persone dietro a questi account falsi pubblicavano soprattutto notizie che riguardavano informazioni personali – e false – sui politici locali. Circa 2,8 milioni di persone seguivano almeno una delle pagine di Facebook coinvolte. Facebook ha anche ammesso che dal 2012 a oggi ha ricevuto circa 812mila dollari per la pubblicità dei contenuti creati da questi account.

(Sean Gallup/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.