• Media
  • mercoledì 1 maggio 2019

Il “Guardian” ha fatto un utile operativo per la prima volta negli ultimi vent’anni

Guardian News and Media, la società che gestisce i giornali britannici Guardian e Observer, ha avuto, nell’ultimo anno fiscale, un utile operativo per la prima volta dal 1998. L’utile operativo dell’anno fiscale che si è concluso a inizio aprile è stato di circa 800mila sterline, pari a poco più di 930mila euro. Nei precedenti tre anni c’erano invece state perdite per oltre 50 milioni di sterline.

Il Guardian ha scritto che il risultato è stato raggiunto grazie a un aumento degli introiti derivanti dalle pubblicità online e a una crescita degli abbonamenti e delle donazioni da parte dei lettori (il giornale chiede infatti contributi volontari, senza impedire ai lettori che non lo fanno di leggere i suoi articoli). Guardian News and Media ha detto di aver aumentato le sue entrate del 3 per cento rispetto all’anno precedente e che nell’anno da poco concluso sono state pari a quasi 300 milioni di euro. Il Guardian ha scritto di avere circa 655mila abbonati mensili e che solo nell’ultimo anni circa 300mila persone hanno fatto almeno una donazione al giornale. La società punta ad arrivare a due milioni di utenti paganti entro il 2022.

Dal 2015 Guardian News and Media è guidata dall’amministratore delegato David Pemsel e il Guardian è diretto da Katharine Viner. Sotto la loro gestione è stata messa in atto una grande riorganizzazione delle attività del giornale.

Peter Macdiarmid/Getty Images

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.