• Italia
  • martedì 16 aprile 2019

Un ufficiale dei carabinieri della Dia e un carabiniere sono stati arrestati per aver fatto trapelare informazioni sulle indagini sul boss Matteo Messina Denaro

Un ufficiale dei carabinieri della Dia (Direzione Investigativa Antimafia) e un carabiniere sono stati arrestati per aver fatto trapelare informazioni riguardo le indagini sul boss mafioso Matteo Messina Denaro. Il tenente colonnello Marco Zappalà, ufficiale dei carabinieri in servizio alla Direzione investigativa antimafia di Caltanissetta, e Giuseppe Barcellona, carabiniere a Castelvetrano, in provincia di Trapani, sono stati arrestati per ordine della procura di Palermo. Con loro è finito agli arresti anche l’ex sindaco di Castelvetrano, Antonio Vaccarino, già condannato per traffico di droga e che in seguito è diventato un informatore. I due carabinieri sono accusati di aver fatto filtrare informazioni riservate su alcuni mafiosi trapanesi legati a Messina Denaro, mentre Vaccarino risponde di favoreggiamento aggravato, per aver favorito l’organizzazione mafiosa.

(EPA/POLICE/ANSA)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.